SEGUITE IL VOSTRO ISTINTO


Oggi volevo raccontare qui la mia personale esperienza con l'allattamento.

Quando è nata Puzzettona non vedevo l'ora di attaccarla al seno, e questa è stata la prima cosa che ho fatto subito dopo il parto.
La piccola si è attaccata immediatamente cucciando il prezioso colostro.
La montata lattea non si è fatta attendere, è arrivata subito abbondante colmando il mio seno. Talmente tanto latte che ho acquistato più di 2 taglie in pochi giorni (assieme a qualche smagliatura). La piccola succhiava in continuazione ma molto lentamente perchè piccola (kg 2,730). E così il seno si è ingorgato. Io però continuavo ad allattare la piccola che poverina succhiava con gran fatica il latte che, essendo ingorgato, scendeva con il contagocce. E sono arrivate così le ragadi. Un dolore tremendo, non potevo tenere il reggiseno e non ruscivo neanche a lavarmi il seno per il dolore che provavo solo toccandolo. Pensate che per camminare dovevo tenermele per non farle ballonzolare(ed in più il dolore dell'episiotomia).
 Io però imperterrita continuavo ad allattare stringendo i denti.
La stessa sera del giorno delle dimissioni proprio non ne potevo più, il dolore era insopportabile, i miei seni erano duri e bollenti. Con tutti i parenti in casa mi sono tolta il reggiseno per far vedere a mia zia in che stato avevo il seno, ed intanto piangevo. Lei subito è andata a casa a prendere il tiralatte e con tanto dolore a causa delle ragadi ho inizato a tirarmelo goccia a goccia. La notte già stavo meglio. Il giorno successivo ai primi indurimenti l'ho tirato di nuovo...Poi non si è più ingorgato. Ho dovuto fare i conti con le ragadi che mi facevano male a tal punto che quando dovevo attaccare la piccola, mi tiravo indietro per paura di sentire dolore (in più mi sentivo sotto pressione perchè i parenti di mio marito mi dicevano che la piccola stava troppo attaccata, che doveva mangiare ogni 3 ore , che forse il mio latte non le bastava, ma io seguivo il mio istinto e facevo poppate di 1 ora!) .
Poi ho usato i dischetti Senosan...una mano santa! Pian piano le ferite si sono cicatrizzate e pian la situazione è migliorata. 
Ora a distanza di quai 8 mesi dalla sua nascita la Piccola è nel pieno dello svezzamento e continua a prendere il mio latte.

Morale: IO ALLATTO ANCORA E A RICHIESTA, alla faccia di quelli che dicevano che stava troppo attaccatA e alla faccia del pediatra dell'ospedale che dopo 2 giorni dalle dimissioni mi ha consigliato l'aggiunta(ma a cui non ho dato ascolto), il pediatra che ho oggi mi ha detto di aver fatto bene a seguire il mio istinto, perchè la piccola ciucciava molto visto che era piccola e doveva allenarsi a succhiare e che se avessi rallentato l'allattamento molto probabilmente il latte mi sarebbe andato via del tutto, visto che i primi giorni sono molto delicati in quanto permettono al seno di calibrarsi secondo le esigenze del neonato.
Ho scritto tutto questo per incoraggiare le donne ad allattare. SEGUITE IL VOSTRO ISTINTO E FATE CIO' CHE ESSO VI DETTA CHE SICURAMENTE FARETE MOLTO MEGLIO DI CHI VI CONFONDE LA TESTA CON LE CREDENZE POPOLARI.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Ti ringrazio in anticipo per avermi lasciato questo commento!Ciao e ripassa a trovarmi!

Recent Posts

Cerchi altri post?
Clicca su "post più vecchi" alla fine di ogni pagina